Gabbiano corso, Area Marina Protetta del Plemmirio, Siracusa, Sicilia. Foto di Luca Tamagnini

Il mio gabbiano corso

Un gabbiano corso, un anello con un codice,  un ornitologo e una mia foto su un libro.

Esiste una specie di gabbiano che vive solo nel Mediterraneo, una specie rara, difficile da avvistare e fotografare. Ad un primo colpo d’occhio non si notano grandi differenze con il gabbiano reale; è leggermente più piccolo ed ha il becco rosso invece che giallo. Dettagli che cogli solo con un binocolo perchè sono molto diffidenti, se ti avvicini troppo fuggono. Continua a leggere

Torre Saracena dell'Isola di Serpentara foto fine art di Luca Tamagnini

La torre di Serpentara

I miei paesaggi costieri della Sardegna

La Torre di San Luigi è una torre saracena e si trova su un’isola disabitata. Un’isoletta desolata, ma meravigliosa, Serpentara è il nome di questa isola e si trova al largo della costa di Villasimius, nel sud della Sardegna. La torre è stata assaltata tre volte dai barbareschi. Continua a leggere

Castelsardo 2010 foto fine art

Castelsardo e Eleonora d’Arborea

I miei paesaggi costieri della Sardegna

Il borgo di Castelsardo è un luogo molto importante per la storia della Sardegna. Siamo nella parte più a nord dell’isola e dal belvedere del castello si vedono l’Asinara e la Corsica. La prima volta che vidi Castelsardo fu per pochi minuti, dal cielo, il tempo di scattare qualche foto e via verso Stintino. Continua a leggere

Nave-di-Genga-foto-di-Luca Tamagnini

La Nave di Genga

Costruzioni abusive

Il mare non c’è, in questa foto, ed è anche lontano. Solo colline coltivate, case e casali sparsi, un paesaggio tipico dell’Italia appenninica. Sono a due passi da Genga, un bellissimo borgo delle Marche, in località “Osteria di Colleponi” una frazione sulla strada provinciale che va a Sassoferrato. Continua a leggere

Villasimius eBook fotografico con video

Villasimius eBook di Luca Tamagnini

 Un libro digitale, fotografico di viaggio è un prodotto editoriale ideale per il mondo “travel”. Ho scelto Villasimius perchè è un luogo perfetto per essere raccontato in immagini. La predilezione per i paesaggi marini e costieri mi ha condizionato molto. Continua a leggere

Faraglioni di Lipari 1987 Fotografia fine art di Luca Tamagnini

Faraglioni di Lipari

Vecchie foto d’Archivio | Isole Eolie 1987

Dal mio Archivio – Le Isole Eolie in volo dall’elicottero, nel lontano 1987. Un Luglio caldo, afoso, per niente adatto per scatti dal cielo. Un lavoro urgente, inderogabile, per una spettacolare proiezione “multivision” sui vulcani siciliani.  Continua a leggere

Lo spettacolo del paesaggio costiero italiano

Articolo pubblicato sulla rivista di bordo della compagnia aerea Meridiana “Atmosphere” – Luglio 2013

La nostra penisola, con le sue grandi e piccole isole, è uno spettacolo costiero tra i più belli al mondo, anche perché a volte le opere degli uomini si sono inserite nel paesaggio con armonia e bellezza. Piccole torri saracene o città come Venezia sono state edificate nei secoli in un contesto completamente diverso da come oggi si percepisce il paesaggio. Continua a leggere

Fotografare paesaggi marini

Una ricerca ed un lavoro sul paesaggio costiero italiano | I miei paesaggi marini

La macchina fotografica aiuta a vedere il mondo con un certo distacco, senza influenze e preconcetti. L’istinto ci aiuta nel decidere dove guardare, l’intuito ad anticipare il colpo di fortuna, a cogliere l’occasione al volo. Continua a leggere

Château en Sicile

Costruzioni abusive

Abusivismo edilizio sulla strada provinciale Augusta Syracuse affacciato sul Golfo di Catania. Ci sono tante maniere per raccontare in immagini il paesaggio italiano, queste fotografie raccontano la storia di un palazzetto-castelletto abusivo sulla strada provinciale Catania-Siracusa.  Continua a leggere

Luoghi e Paesaggi

Recensione ad un bellissimo libro che ho letto sul paesaggio italiano

Bisogna capire che salvare il paesaggio della propria terra é salvarne l’anima e quella di chi l’abita“. Queste parole sono di Andrea Zanzotto, un poeta veneto che davanti alle trasformazioni del paesaggio italiano del dopo guerra, ha provato dolore, ha scritto parole d’amore soprattutto per la sua regione in pieno boom economico. Continua a leggere