Paesaggi costieri

Mostra fotografica di Luca Tamagnini
1 – 30 maggio 2015 – Cagliari
La Libreria di via Sulis

Ingresso gratuito – via Sulis, 3A – 09124 Cagliari – da lunedì a domenica: 10,30 – 13,30 e 17,00 – 19,00 – lunedì mattina chiuso

Dalle pagine di un libro fotografico alle stampe fine art su carta cotone. Le dimensioni si sono ingrandite, la scelta è tra tanti scatti, sia su pellicola che in digitale. I miei formati preferiti sono il 6×6 e il 6×17. Scegliere le foto per una mostra è sempre molto complicato. Come anche decidere i formati delle stampe. Le 6×6 le ho fatte 50×50 cm, le 6×17 150×70 cm. Le ho stampate io, con il mio plotter Epson. Vederle uscire dalla macchina ink-jet è una grande emozione. Sistemarle nel passepartout ed infilarle nella cornice aiuta a fare la selezione finale. Ho una carta preferita, molto spessa con la quale mi trovo bene. Non dico la marca perchè se no uno pensa che me la sono fatta regalare. Ci ho messo qualche anno a decidere che tipo di carta usare. Ho provato le baryta, le matt, le fotografiche, ecc.

La scelta carta è anche legata al tipo di foto che fai. E poi c’è la questione dei profili colore, della taratura del plotter e del monitor. Bisogna avere una certa sensibilità, con Photoshop si possono “distruggere” le scansioni. La grana della pellicola si deve fondere nella grana della carta cotone.

Ora mi piace fotografare e pensare al risultato su questi grandi formati. Ho provato a fare degli “photo-stitching” e mi sono molto divertito con degli ottimi risultati. Con 5 scatti verticale si realizza un’immagine panoramica molto ben definita. Il formato 110×50 cm è adatto a questo tipo di ripresa. Ma ora sono tornato alla pellicola, a quella negativa a colori. La sua incisione non ha bisogno di filtri, la uso per foto particolari, lunghe esposizioni appena dopo il tramonto.

I paesaggi costieri della Sardegna mi attraggono sempre ed è qualche anno che non riesco a scattare fotografie che funzionino nei grandi formati. Vorrei tornare nel Golfo di Orosei e cercare un Nuraghe su quella costa, fotografato da Italo Zannier negli anni ’60. Spero tanto che quel paesaggio non sia cambiato e che magari sia diventato ancora più bello.

Luca Tamagnini

Sul sito di Photoatlante sono in vendita le fotografie della mostra.