Migliori spiagge della Sardegna

Operazione difficilissima decidere quali possano essere le migliori spiagge della Sardegna. Ma la mia è una classifica particolare, pensata da fotografo e non vissuta per vacanze balneari. Credo che per questo motivo qualcuno possa rimanerci male.

Fuori stagione

La classifica che qui propongo è per un viaggio in Sardegna fuori stagione. E il fuori stagione in Sardegna è da metà giugno ai primi di luglio o da metà settembre a metà ottobre. Ma in realtà è undici mesi l’anno. In Sardegna l’estate affollata è solo ad agosto. La Sardegna che conosco è soprattutto quella meno vacanziera. Ho fotografato le migliori spiagge della Sardegna quando sono privi di presenze umane. In questo personale classifica delle migliori spiagge della Sardegna, naturalmente vincono le spiagge con il valore paesaggistico più alto, ma anche quelle che hanno una presenza non invasiva di stabilimenti balneari.

Troppi stabilimenti balneari

Negli ultimi anni le migliori spiagge della Sardegna sono state invase dagli stabilimenti balneari e per migliori in questo caso intendo le più famose quelle che sono diventate tra i luoghi più famosi della Sardegna: La Pelosa, Timi Ama, Su Giudeu, Le Bombarde, Grande Pevero, Baia Sardinia, Cala Luna, … sono veramente molte le spiagge che nell’immaginario collettivo italiano vengono considerate quasi dei piccoli paradisi in terra. Solo due di queste le ho aggiunte a questa classifica delle migliori spiagge della Sardegna. Ma andiamo per ordine e come sempre mi piace fare con la Sardegna che è un’isola, seguiamo il suo periplo

Isola di Budelli, Spiaggia del Cavaliere, rada di Porto Madonna dal cielo.

Isola di Budelli, Spiaggia del Cavaliere, rada di Porto Madonna dal cielo / Luca Tamagnini Catalogo 1992-038

Di diverse spiagge ho già pubblicato su questo sito cinque articoli sulle coste della Sardegna. Guarda le foto e leggi i seguenti articoli del mio periplo fotografico sardo.

Arcipelago di La Maddalena, Isola di Budelli dettaglio dei granelli di sabbia della Spiaggia Rosa (Cala di Roto) / Luca Tamagnini Catalogo 2005-029

Budelli, Spiaggia Rosa / Luca Tamagnini Catalogo 2005-029

Spiagge deserte anche d’estate

Alcune spiagge di questa mia lista delle migliori spiagge della Sardegna sono molto poco frequentate anche in piena estate. Il popolo vacanziero si distribuisce in Sardegna a macchia di leopardo e preferisce le spiagge che danno maggiori servizi e festosa comunione vacanziera. Per chi cerca la totale assenza di stabilimenti balneari e una certa solitudine, la scelta è molto ampia. In questo elenco ci sono anche alcune di queste spiagge.

Sardegna, Villasimius Stano di Notteri e Spiaggia Timi Ama sullo sfondo Punta Molentis e l'Isola di Serpentara

Villasimius, Spiaggia Timi Ama / Luca Tamagnini Catalogo 2006-027

Sardegna del nord

Le tre migliori spiagge

La costa del nord Sardegna per me inizia da Tavolara, da Olbia e finisce a Stintino, all’Isola dell’Asinara. Molti includono nel nord Sardegna costiero anche Alghero. Per me Capo Caccia e Alghero sono Sardegna occidentale, quella Sardegna delle onde gigantesche, di una risacca sempre presente, di un mare che somiglia più ad un oceano.

Isola dell’Asinara

Spiaggia di Cala d’Arena

Inizio questa classifica dal Parco Nazionale dell’Asinara e metto al primo posto una spiaggia che ha il divieto di balneazione. Sembra un paradosso ma è la spiaggia che questo divieto ha reso mitica e inviolabile. La sua verginità è provata dalla presenza di animali selvatici, è una spiaggia sulla quale una zecca mi rimase addosso, ed ero vestito non in costume da bagno. Ero sbarcato dal gommone, avevo i permessi, stavo realizzando un libro fotografico. Speravo di incontrare i mufloni, ma feci gli asini selvatici e cinghiali ormai una presenza quasi scontata. Il desiderio di un tuffo in quella ampia cala lo ebbi, soprattutto perchè era proibito, e come tutte le cose proibite suscitano ancor più la tentazione.

Isola dell'Asinara Cala Arena dal cielo (foto aerea) / Luca Tamagnini Catalogo 2002-012

Isola dell’Asinara, Cala d’Arena / Luca Tamagnini Catalogo 2002-012

Isola di Budelli

Spiaggia del Cavaliere

Da un Parco Nazionale ad un altro, quello dell’Arcipelago di La Maddalena. Un arcipelago che ha tantissime spiagge meravigliose. Cala Coticcio detta anche Tahiti (vedi articolo La Maddalena) è una di queste, così come la spiaggia di Cala Corsara nell’Isola di Spargi. Ho messo la Spiaggia del Cavaliere perché ha lo scenario della rada di Porto Madonna. Fotografato dal cielo questo immenso basso fondale tra isole è un paesaggio marino tra i più affascinanti della Sardegna, se non di tutto il Mediterraneo.

Isola di Budelli Spiaggia del Cavaliere dal cielo / Luca Tamagnini Catalogo 1992-006

Budelli, Spiaggia del Cavaliere / Luca Tamagnini Catalogo 1992-006

Costa Smeralda

Spiaggia di Cala Liccia

Ecco che la Costa Smeralda non può mancare in questa classifica delle migliori spiagge della Sardegna. Cala Liccia è appena più in là della famosissima Spiaggia di Capriccioli. Una spiaggia circondata dalle più belle ville in riva al mare d’Italia. Siamo nel cuore esclusivo di un vivere la Sardegna per pochi ricchissimi villeggianti. Eppure la spiaggia di Cala Liccia è appena fuori da questo mondo, un ginepro quasi in riva al mare può farti da ombrellone e se ci viene a fare un bagno in primavera rimarrai sbalordito da quanto questo luogo possa sembrare ancora vergine e selvaggio nonostante si trovi nel cuore della Costa Smeralda.

Costa Smeralda, un ginepro nei pressi della Spiaggia di Cala Liccia, sullo sfondo il mare e gli scogli di granito

Costa Smeralda, Cala Liccia / Luca Tamagnini Catalogo 2010-052

Sardegna del ovest

Le tre migliori spiagge

La costa ovest della Sardegna per me inizia dopo Stintino, dopo aver doppiato Capo Falcone. Una costa forgiata da questo vento, navigabile solo per chi sa interpretare bene le previsioni meteo.

Porto Conte

Spiaggia di Mugoni

Ci troviamo a ridosso del grande massiccio montuoso di Capo Caccia, nei pressi di Alghero. Porto Conte è un’ampia insenatura, una rada sicura al Maestrale con diverse spiagge e quella di Mugoni è secondo me la migliore. Anche per questo luogo è il paesaggio il motivo del perché lo abbia inserito in questa lista delle migliori spiagge della Sardegna. Capo Caccia ha un profilo inconfondibile ed è uno sfondo spettacolare, ti fa sentire al sicuro, anche se il vento da queste parti è una presenza quasi fisica, molto frequente anche in estate.

Sardegna, Porto Conte Spiaggia di Mugoni sullo sfondo il mare e lontano Capo Caccia / Luca Tamagnini Catalogo 2008-036

Porto Conte, Spiaggia di Mugoni / Luca Tamagnini Catalogo 2008-036

Isola di Mal di ventre

Spiaggia Le Saline

L’Isola di Mal di Ventre è una piccola isola disabitata di fronte alla Penisola del Sinis. Il Sinis ha infinite spiagge e di alcune, ho già parlato nel mio periplo sardo (vedi articolo Coste della Sardegna). La Spiaggia Le Saline non poteva mancare in questa classifica delle migliori spiagge della Sardegna perché è forse la spiaggia più remota che io abbia fotografato. Su questa spiaggia ci si sente perduti, come dei naufraghi su un’isola deserta. La sue minuscole dimensione ed il fatto che supera di poco il livello del mare, ti fanno sentire in alto mare, una sensazione che a molti può suscitare sgomento. La la sua bellezza, come delle altre spiagge dell’isola, è fuori discussione e si merita di stare in questa classifica.

Sardegna, Isola di Mal di Ventre Spiaggia Le Saline / Luca Tamagnini Catalogo 2004-006

Isola di Mal di Ventre, Spiaggia Le Saline / Luca Tamagnini Catalogo 2004-006

Nebida

Spiaggia di Masua

Siamo nella Sardegna mineraria, di una costa che ha visto nel passato grandi trasformazioni per estrarre ed imbarcare sulle navi immense quantità di piombo, zinco, rame, argento. La Spiaggia di Masua ha da qualche anno un locale, un beach club molto particolare ( https://www.warungbeach.it/ ) ha preso posto vicino a dei vecchi edifici minerari e sembra esserci sempre stato, la sua presenza non è un’intrusione fastidiosa. Non è il solito stabilimento balneare e la sua posizione è ideale per ammirare il paesaggio di questa costa rocciosa altissima. L’isola scoglio Pan di Zucchero arricchisce la suggestione di questo paesaggio costiero imponente e i suoi tramonti non hanno nulla da invidiare a quelli dei Faraglioni di Capri.

Sardegna, Porto Masua e Scoglio Pan di Zucchero / Luca Tamagnini Catalogo 2010-012

Spiaggia di Masua, sullo sfondo il Pan di Zucchero / Luca Tamagnini Catalogo 2010-012

Sardegna del sud

Le tre migliori spiagge

Le coste del sud Sardegna per me iniziano a Carloforte, il paese, porto dell’Isola di San Pietro. In realtà già la costa delle miniere dell’Iglesiente è un sud-occidentale immerso nel Mare di Sardegna, quello totalmente esposto al potente vento di nord-est (Maestrale). Le spiagge e le baie di questo ultimo pezzo della Sardegna Occidentale sono frequentate dai surfisti. Una comunità che conosce ogni profilo costiero della Penisola del Sinis, di Capo Frasca, di Buggerru, di Porto Paglia. E queste spiagge sono “spot” con “breck” tra i migliori di tutto il Mediterraneo ed alcuni sono anche segreti, poco conosciuti. Un modo di vivere le spiagge della Sardegna completamente all’opposto della fruizione balneare. Quando arriva la tempesta un tam tam digitale annuncia le onde ed surfisti si ritrovano in mare nelle loro spiagge e baie preferite.

Capo Teulada

Spiaggia di Porto Zafferano

Forse questa spiaggia non si merita di stare in questa classifica delle migliori spiagge della Sardegna. Porto Zafferano non è un porto turistico, ma una rada tra le più belle della Sardegna dove gettare l’ancora e passare la notte in barca. Siamo in area militare, dove l’esercito e la marina si esercitano a fare la guerra. Infatti in spiaggia e tra le dune è facile trovare resti di ordigni e attrezzature militari. Si può venire a farsi un tuffo solo via mare e solo in estate. Anche per questa spiaggia è il paesaggio a vincere su tutto. La servitù militare di Capo Teulada ha preservato un paesaggio senza nessuna antropizzazione, ma nello stesso tempo un inquinamento quasi invisibile mette qualche inquietudine a chi decide di passarci una giornata di mare. Quale destino per questa magnifica spiaggia? É in questa classifica perché quasi sicuramente anche nei prossimi decenni sarà difficile che su questa spiaggia spunti uno stabilimento balneare.

Sardegna, dune di Porto Zafferano dal Cielo (foto aerea) / Luca Tamagnini Catalogo 1992-078

Spiaggia e dune di Porto Zafferano / Luca Tamagnini Catalogo 1992-078

Chia

Spiaggia di Su Giudeu

Questa spiaggia famosissima è molto amata dai cagliaritani. Forse è una delle più belle spiagge della Sardegna. Naturalisticamente non le manca nulla: dimensione, qualità e colore della sabbia, basso fondale e trasparenze con sfumature infinito, un istmo che la congiunge all’isolotto Su Giudeu da cui prende il nome… insomma non potevo non metterla in questa classifica delle migliori spiagge della Sardegna. Il luogo è strepitoso anche in inverno. Siamo a sud e qui il clima è molto più mite, inoltre siamo non molto lontani da Cagliari, una gita ed un tuffo è fattibile in giornata. Ho scritto un articolo su Chia, dove parlo di archeologia e di un porto antichissimo di cui non si è ancora scoperta l’esatta ubicazione.

La Spiaggia di Su Giudeu (senza bagnanti) e l'Isola Su Giudeu nelle ultime luci del tramonto. Sullo sfondo un mare calmo

Spiaggia ed Isola Su Giudeu / Luca Tamagnini Catalogo 2019-008

Villasimius

Spiaggia Timi Ama

Su questo nome “Timi Ama” ho scritto un lungo articolo. Villasimius con il suo lungo promontorio di Capo Carbonara è un posto di mare che ho vissuto anche in tante vacanza estive. Quindi sono di parte, la mia appartenenza a questi meravigliosi luoghi di mare ha condizionato molto la preferenza della Spiaggia Timi Ama in questa classifica delle mie migliori spiagge della Sardegna. Questa spiaggia ha un luogo ideale da dove fotografarla e ammirarla. Arrivati alla fine della spiaggia sotto una torre saracena, inizia un sentiero nella bassa macchia mediterranea. Questo sentiero profumato vi porterà alla torre. Sotto la sua ombra sedetevi a contemplare il cammino appena fatto, cercate di riconoscere le vostre impronte lasciate sulla lunga spiaggia sottostante, lo spettacolo che il mare vi mostrerà dipenderà dal colore del cielo. Oltre la spiaggia lo Stagno di Notteri nel quale sparpagliati o a gruppi i fenicotteri sono quasi sempre presenti.

Sardegna, Villasimius cavalli con cavalieri sulla Spiaggia Timi Ama e il mare di Porto Giunco sullo sfondo lo Stagno di Notteri

Villasimius, Spiaggia Timi Ama / Luca Tamagnini Catalogo 2010-001

Sardegna dell’est

Le tre migliori spiagge

Passato Capo Carbonare ci si trova sempre nel Mar Tirreno, ma si esce dal Golfo di Cagliari e dell’Isola di Serpentara appare il lungo profilo della costa est della Sardegna. Una costa ricchissima di Spiagge e la prima bellissima che si incontra è Cala Sinzias, che qui menziono ma che non è tra le mie preferite. Costa Rei, Capo Ferrato, Quirra, sono tratti costieri con spiagge meravigliose. Ma sono solo il prima assaggio di una costa che non soffre il frequente vento di nord-ovest e che non i tramonti in mare. Ma non tutto si può avere da questa isola immensa che non basta una vita per conoscerla in profondità, di cui le spiagge sono solo la sua punta dell’iceberg.

Spiaggia di Bidderosa

Siamo in un parco dell’Ente Foreste della Regione Sardegna. Questa è una lunghissima spiaggia che è facile trovare poco frequentata anche ad agosto. Quello che mi ha veramente colpito sono degli alberi secolari sulla spiaggia, dei giganteschi ginepri in riva al mare. Lo Stagno di Bidderosa ha dato il nome alla spiaggia, e il rosa dei fenicotteri è l’altro colore che insieme all’azzurro cobalto dei bassi fondali infiniti di questa lunghissima costa che arriva fino a Capo Comino.

Sardegna, Spiaggia di Bidderosa ginepri secolari adue passi dal mare

Spiaggia di Bidderosa / Luca Tamagnini Catalogo 2010-046

Cala Gonone

Spiaggia di Cala Sisine

Cala Sisine è l’unica spiaggia raggiungibile facilmente via terra da Cala Gonone, l’unico centro abitato del grande Golfo di Orosei. Tutte le altre meraviglie di questa costa sono accessibili via mare o per sentieri montani molto impervi. Cala Sisine è in questa lista delle migliori spiagge della Sardegna perché ci dormi, tanti anni fa, in sacco a pelo e fu un ricordo di un’alba indimenticabile. Fu una scelta dettata dalla necessità di fotografare la spiaggia all’alba. La foto non fu niente di che, ma il ricordo dello spettacolo di un cielo infuocato indelebile nella mia memoria.

Sardegna, Golfo di Orosei Cala Sisine dal cielo (foto aerea)

Cala Sisine / Luca Tamagnini Catalogo 1993-008

Sardegna, Golfo di Orosei, Spiaggia Cala Sisine con alcuni bagnanti

Spiaggia di Cala Sisine / Luca Tamagnini Catalogo 2009-050

Spiaggia di Capo di Coda Cavallo

In estate la spiaggia di Coda Cavallo è ricoperta di pedalò variopinti, recintata da da boe, la normalità di quasi tutte le spiagge italiane invase di bagnanti. Fuori stagione ha una metamorfosi ed è frequentata soprattutto da tedeschi, e turisti del nord Europa. Anche questa è in questa lista delle migliori spiagge della Sardegna per il suo paesaggio. L’imponente sagoma di Tavolara è una quinta spettacolare e la vicina l’Isola di Proratora in primo piano, completa lo scenario. Un vasto basso fondale è assolutamente da esplorare con pinne e maschera. Siamo nell’Area Marina Protetta di Tavolara e Capo Coda Cavallo. Un protezione del mare che la si può vedere anche a pochi cm di profondità. Al largo altre immersioni, più profonde e che per chi ama il diving, sono escursioni subacquee tra le più belle del Mediterraneo. Ma questa è un altra classifica.

Sardegna, Spiaggia di Capo Coda Cavallo con alcuni bagnati (foto aerea)

Spiaggia di Capo Coda Cavallo / Luca Tamagnini Catalogo 2006-062

Erosione costiera

Spiaggia del Poetto

Chiudo con la Spiaggia del Poetto, la lunghissima spiaggia di Cagliari, che purtroppo soffre l’erosione marina. Mi sto occupando di un progetto fotografico sull’erosione costiera in Italia (per saperne di più vai a questo link). Sono stato a fotografare la Torre del Poetto poco tempo fa. Il luogo è magnifico. La torre è un rudere che un recente restauro l’ha trasfigurata in scultura, in monumento al paesaggio. Siamo sotto il massiccio roccioso della Sella del Diavolo un paesaggio costiero molto identitario per i cagliaritani.

Cagliari, Torre del Poetto, sullo sfondo il mare del Golgo di Cagliarii.

Cagliari, Torre del Poetto / Luca Tamagnini Catalogo 2020 003